Le cure “alternative”

Scrivo questo post con un po’ di nervosismo.
Oggi, l’ennesimo contatto facebook ha postato l’ennesimo articolo sulla presunta efficacia della cura Di Bella.
L’articolo era una roba tipo “ECCO COME CURO IL CANCRO E LA SCLEROSI MULTIPLA(?) CON LA DI BELLA IN AFRICA” e parla di un medico farmacista (?) che applica la Di Bella così, perché secondo lui funziona (?).
Lo stesso contatto, nei giorni scorsi, ha pubblicato anche DIMOSTRATA L’EFFICACIA DEL METODO DI BELLA, in cui si parla di studi che attestino i risultati del metodo su PUBMED, che nell’articolo viene definito “sito medico più autorevole del mondo” ma in realtà è una specie di Wikipedia della letteratura medica, e per finire CUBA CREA QUATTRO VACCINI CONTRO IL CANCRO.

Cercherò di andare con ordine.
Intanto, come malata, arrivo a trovare offensive certe affermazioni. Tipo che la stronza sono io che mi curo con la medicina “tradizionale” mentre quest’esercito di FURBI (per lo più gente, sana, eh, perché poi quando stanno male sul serio corrono a pietire per un goccetto di chemio) la sa lunga e ci tiene a indottrinarmi sulle meraviglie di una cura che, alla sperimentazione ufficiale, diede i risultati che potete ammirare in questa tabella. Non so voi, ma per me una roba che dà peggioramenti o decessi in più dell’80% dei casi non è una cosa che funziona.
[la fonte è Wikipedia, che cita i dati delle sperimentazioni ordinate dal Ministero.]

Così abbiamo:

– Un singolo medico farmacista (?) che fa diagnosi con strumenti imperfetti e applica protocolli a caso su 30 persone;
– Un articolo che parla di EFFICACIA PROVATA senza mettere un vero dato (e, su PUBMED io non ho trovato questa miriade di studi che provano l’efficacia del MDB, ma quanti avranno verificato la cosa, invece di annuire e ripostare sulla propria pagina FB con gran soddisfazione?);
– Un altro articolo che parla di VACCINO, quando il vaccino è un medicinale che si usa contro i VIRUS. Ne deriverebbe che il cancro è un virus. Se starnutisco statemi lontani, eh! Tra l’altro, in quest’ultimo articolo si arriva a parlare di quella vecchia storia del veleno di scorpione blu, che in europa viene commercializzato a prezzi indecenti in forma omeopatica (diluito talmente tanto da non avere più principio attivo), il prossimo passo sarà rivolgersi a un Baron Samedi e risolverla così.

La cosa che più mi fa rabbia è che, dal cancro alle scie chimiche, tutti credono che la verità non sia mai quella scientifica. C’è sempre qualche losco interesse. Qualche segreto che ci nascondono.
Tra l’altro, la gente usa internet senza applicare discernimento, dando lo stesso peso a un vero articolo scientifico (che non leggerebbero, perché ci sono I NUMERI E POI LA SCIENZA E’ IL MALE E BIGPHARMA CI STERILIZZA COI VACCINI) e a una minchionata scritta in pessimo italiano su siamolagente (siamolagente? ma che cazzo vuol dire, poi?).
Questo a cosa porta?

Porta al caso di quei genitori assassini che hanno fatto curare la figlia diabetica da UN OMEOPATA (indovinate? La ragazza è morta), o ai fuori di testa che pensano di curare il cancro con la TERAPIA VERBALE, perché il cancro è generato da un conflitto (andatelo a dire a un bambino leucemico di 2 anni, che conflitto avrà mai?).
Ma questi avvenimenti non minano le certezze di chi vuole educarci alla loro lungimiranza, che ci bacchetta perché osiamo confidare in protocolli funzionanti, e che pontifica dall’alto del proprio stato di salute.

Non auguro il cancro a nessuno. Nemmeno al peggior nemico.
Però mi chiedo: se stessero male, male davvero, e dopo qualche mese di acqua fresca si rendessero conto che stanno morendo, quanto in fretta si presenterebbero al primo centro oncologico?
D’altra parte, penso anche che, arrivando tardi alle vere cure, magari non si salverebbero lo stesso: e allora i loro parenti allargherebbero le fila dell’esercito del L’HA UCCISO LA CHEMIO.
E purtroppo, anche come selezione naturale è poco efficace.

Alla fine, con questa gente si perde sempre, a quanto pare.

3 thoughts on “Le cure “alternative”

  1. Bel POST. I migliori in bocca al lupo (mia figlia dice “credi al Lupo!” – presente?) per una pronta guarigione. E se ti trovi tra le mani qualche ECO-pirla fallo a beffe, giusto per sfogarti: lo meriti.

  2. Pingback: Brutta umanità | Mai stata meglio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s