Ed è andato.

A sorpresa!

Il 5 marzo, quattro giorni fa, mi hanno operata e mi hanno rimosso un quadrante e i linfonodi sotto l’ascella sinistra.
Se volete dettagli dolorosi o schifosi, non ne avrete. Anche se vi avviso: REPERE sembra una parola innocua, ma non lo è.

Sono uscita dall’ospedale l’altroieri, dopo 3 giorni che mi sono sembrati eterni e che – ovviamente – tutto sono stato tranne che eterni.
Il cielo era limpido, e avevo il vento leggero sul viso, e il sole e tutte quelle cose che ci piace tanto sentire quando amiamo la vita.
Ora, fino a domani avrò un drenaggio che mi segue come un cagnolino, poi sarò libera, per lo meno parzialmente.
Perché manca la biopsia, manca la decisione della prossima terapia, manca un pezzo del mio corpo.

L’ho lasciato nella tagliola della malattia, non è così che fanno gli animali? Rinunciano a qualcosa?

Non sono mai stata così sollevata, non sono mai stata così infelice.

4 thoughts on “Ed è andato.

  1. ci siamo appena passati pure qui, è stata durissima, ti capisco, ma siamo sopravvissuti e i referti erano felici, tieni le tue emozioni sul positivo se riesci…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s